Lupini e farina di lupini: benefici

lupini

La farina è ottenuta dalla delicata macinazione dei lupini essiccati e leggermente tostati.
Da un punto di vista nutrizionale  è particolarmente ricca di proteine, povera di carboidrati e ricchissima di fibre. Interessante anche nell’alimentazione dei celiaci in quanto questo legume non contiene glutine e può quindi essere utilizzato da chi ha problemi di intolleranza; attualmente la farina prodotta con i lupini viene già utilizzata per produrre pane, biscotti e pasta.

Probabilmente in un futuro molto prossimo i lupini si potranno utilizzare per la preparazione di prodotti sostitutivi di latte, yogurt e gelati, un po’ come avviene già oggi per la soia ed il riso i cui derivati vengono utilizzati dagli individui allergici al latte ed ai suoi derivati.

I lupini sono dei legumi e per tanto sono fonte di energia. Contengono una quantità significativa di ferro, di potassio e anche di vitamina B1. I lupini contengono anche molte proteine, pari circa al 40%, un quantitativo maggiore di fagioli, ceci e anche piselli. Consentono un significativo apporto di fibre e degli acidi grassi essenziali Omega 3 e 6.

Come tutti i legumi, i lupini hanno un buon potere energetico, sono una ottima fonte di ferro, potassio e vitamina B1. E’ inoltre il legume più ricco di proteine: con una percentuale del 35-40% supera soia, piselli, fagioli e ceci.Le proprietà nutrizionali si uniscono a una buona digeribilità e un impatto uguale a zero sul colesterolo. La presenza di tocoferolo è quella che maggiormente incide sui benefici dei lupini sul diabete e sul cancro al colon.

100 grammi di lupini hanno una resa calorica pari a 371 calorie.

la farina :
Può essere impiegata per prodotti da forno dolci e salati in misura variabile dal 10 al 30% in abbinamento alla farina di frumento.
La farina di lupini conferisce un gradevole sapore, migliora la morbidezza, aumenta il tenore proteico e abbassa l’indice glicemico dei prodotti a cui viene aggiunta.
Può inoltre essere utilizzata, nella misura ridotta dell’1%, per aumentare la “forza” delle farine che generano glutine (farro, frumento e Kamut). La quantità si riferisce alla farina che si vuole rinforzare come ad esempio: 10g di farina di lupino e1kg di farina che genera glutine.

secchi:
Modalità di preparazione: Lasciare i lupini secchi in ammollo per almeno 24 ore in acqua fredda. Cuocerli in abbondante acqua per circa 3 ore fino a quando schiacciando con due dita la buccia, il lupino scivolerà fuori. Toglierli dal fuoco, scolarli e ricoprirli con acqua fredda. Cambiare l’acqua dei lupini diverse volte al giorno per circa 3-4 giorni o comunque fino a quando avranno perso il sapore amaro. Scolarli e salarli a piacere

2 pensieri su “Lupini e farina di lupini: benefici

  1. Pingback: Crepes vegetariane con farina di lupini | Cucina con Teresita

  2. Pingback: pane con farina di lupini | Cucina con Teresita

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − = 3

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>